Come preparare la discussione della tesi di laurea e consigli su come affrontarla

Come preparare la discussione della tesi di laurea e consigli su come affrontarla
Come preparare la discussione della tesi di laurea e consigli su come affrontarla

Come iniziare un discorso di laurea. Questa è una delle domande che mi fanno solitamente i ragazzi che decidono di frequentare il Corso Public Speaking Top in previsione della discussione della tesi di Laurea.

E infatti l’inizio è sicuramente la parte più importante della tua presentazione.

Te lo immagini quel giorno?

Dopo tanti esami, sacrifici e notti insonni,  finalmente è arrivato il momento che aspettavi: il giorno della tua Laurea.

 

In aula ci sono parenti e amici venuti apposta per te e tante altre persone che non conosci. 

Il relatore annuncia ad alta voce il tuo nome, tocca a te.

Tutti gli occhi sono puntati su di te. Ora devi raccogliere i frutti del tuo lavoro. 

E se non hai mai parlato davanti a un pubblico e hai paura di parlare in pubblico?

E se l’emotività prende il sopravvento?

Rischi di fare danni, ottenere un voto che non meriti e che non rende giustizia a tutti i sacrifici fatti, esame dopo esame, per arrivare fin qui.

Come sarebbe fare una brutta figura

proprio quel giorno

e davanti a amici e parenti?

 

In questo articolo voglio darti alcuni consigli per fare bella figura.

Procediamo con ordine. 

Comincia col considerare che il voto dipenderà in gran parte dal tuo percorso di studi.

Ma voglio darti dei consigli perché, certamente, un buon discorso può permetterti di ottenere qualcosa in più e, diciamolo, di fare bella figura con parenti e amici che saranno presenti quel giorno per te così importante. 

Come sai, solitamente è solo il relatore che ascolta il candidato. 

Il resto della commissione è sempre distratto. 

Mi spiace dirtelo ma è quasi sempre così. 

Se ascolterai i miei consigli, scoprirai come fare in modo che tutta la commissione ti ascolti.

Sai anche che il tempo è fissato dal relatore e varia tra i 5 e i 20 minuti a seconda della discussione. 

Qualche volta il laureando parlerà da seduto altre in piedi.

E’ probabile che potrai usare delle slide oppure no. 

Sono tutte cose di cui dovrai tenere conto e ora ti dirò perché.

Solitamente il tuo relatore presenterà brevemente il tuo lavoro, tienine conto in preparazione del tuo discorso. 

Discussione tesi di laurea: consigli su come affrontarla

 

  1. Nei giorni precedenti la presentazione prova il tuo discorso. Quando dico di provare intendo dire che devi provarlo esattamente nel modo in cui lo farai il giorno della discussione. Quindi:
    1. Prova da seduto o in piedi a seconda di quello che farai quel giorno.
    2. Cronometrati per verificare che il tuo discorso rispetti i tempi. E se hai a disposizione 10 minuti, prepara un discorso che ne duri 9, in modo da lasciare il tempo a imprevisti o eventuali domande.
    3. Se userai le slide prova a farle scorrere e simulare il discorso che farai. Ciò vuol dire che devi provare ad alta voce e rispettare le pause e il ritmo che tra qualche riga ti suggerirò. NON leggerle durante la presentazione, usale solo come scaletta.
    4. Dopo aver fatto un pò di prove, provoca un disturbo di sottofondo tipo alzare il volume della tv o della radio nella stanza. Ti abituerà a dover parlare col probabile chiacchiericcio di sottofondo che sentirai quando farai la tua presentazione di laurea.
  2. Quando ti danno la parola non parlare subito a macchinetta come fanno tutti per dimostrare di essere preparati. Anzi, lascia una piccola pausa di silenzio e poi parti col tuo discorso
  3. NON iniziare come faranno tutti presentandoti e dicendo l’argomento della tua tesi. 
  4. L’inizio del tuo discorso deve incuriosire. Puoi iniziare con:
    1. Un numero o una percentuale che abbiano a che fare con la tua tesi (guarda l’esempio tra qualche riga)
    2. Una frase provocatoria. Ad esempio: se il tuo discorso parla di alimentazione, potrai dire una cosa del tipo: “nei prossimi 10 minuti 12 italiani moriranno per cause alimentari. In questa mia presentazione vi dirò perché e come si può evitare”)
    3. Una citazione, dicendo la frase e successivamente nominando l’autore. 

Dopo aver iniziato, fai una bella pausa per aumentare la curiosità. 

Esempio: “35%” –  pausa di qualche secondo durante la quale la commissione per la prima volta degnerà uno studente di uno sguardo e si chiederà: “Che è sta percentuale? Sentiamo che ha da dire questo qui”

So che ci vuole un pizzico di coraggio, ma vedrai che funziona. 

Leggi qui una chat privata di whastapp con i miei studenti di Roma e guarda cosa ha consigliato il mio corsista Andrea alla sorella, facendole ottenere l’effetto che ti dicevo. 

corso public speaking parlare in pubblico Roma

  1. Quando presenti la tesi non parlare troppo velocemente. Alterna il ritmo e fai belle pause che mantengano vivo l’interesse. Pensa come sarà figo ascoltare il silenzio della sala che aspetta di ascoltare le tue parole. 
  2. Parla con voce netta, dimostrerà sicurezza in quello che dici. Se alzi leggermente il volume della voce sarà difficile notare l’eventuale tremore della voce. 
  3. Quando parli non guardare solo il tuo relatore e non avere lo sguardo nel vuoto o verso le slide (a meno che non sia necessario per indicare qualcosa che stai proiettando). Guarda negli occhi tutta la commissione e coinvolgili. Se hai iniziato come ti ho detto vedrai che saranno incuriositi e, guardandoli negli occhi, li terrai legati al tuo discorso.
  4. Usa il linguaggio del corpo, rafforzando la presentazione. Attento però a non gesticolare troppo e neanche troppo poco.
  5. Una delle cose che probabilmente ti spaventa sono le domande che potrebbero farti alla fine della tua discussione. Quando prepari il discorso appuntati le domande che potrebbero farti, cercando anche di pensare ai collegamenti più improbabili. Trovando le risposte abbasserai il tuo stress.
  6. Il discorso deve piacere prima di tutti al relatore e poi alla commissione, non pensare al pubblico. Ciò vuol dire che il linguaggio e tutto il discorso deve mirare a loro. Quindi, usa un linguaggio tecnico anche se il pubblico non capirà. Se farai un bel discorso il pubblico comunque sarà colpito.  
  7. Concludi in modo da rendere memorabile la tua presentazione, anche se si tratta di un semplice riassunto di quello che hai detto. Ricorda che il tuo obiettivo è di fare il discorso che colpirà più di tutti la commissione e l’inizio e la fine sono le parti che rimarranno più impresse.

Sono sicuro che questi consigli ti permetteranno di migliorare la tua presentazione di tesi.

Ma un discorso può fare la differenza?

 

Leggi qui sotto la testimonianza di Alice, mia corsista del corso di public speaking Milano dell’ottobre scorso e laureatasi pochi giorni dopo in Psicologia con 110 e lode!

opinioni corso public speaking

E leggi cosa dice Milly, corsista del corso Public Speaking Bari di settembre, laureata in Giurisprudenza con 110 e lode e plauso della commissione, il che vuol dire che il discorso qualcosa ha trasmesso…

recensioni corso public speaking

E si, perché è ovvio che il Corso Public Speaking Top non può aumentare la tua media voti ma sicuramente può permetterti di ottenere il massimo dalla tua presentazione di tesi e di fare bella figura in uno dei giorni che ricorderai per tutta la vita. 

 

Vuoi fare anche tu una bella figura il giorno della tua Laurea?

Ti aspetto in aula per scoprire il Metodo Public Speaking Top.

*****************************

A questo link trovi tutte le informazioni sul corso e le 312 testimonianze dei miei corsisti: 👉http://massimilianocavallo.com/formazione/public-speaking-top/

*****************************

PER ISCRIVERTI AL CORSO O PER

RICEVERE INFORMAZIONI,

COMPILA GLI SPAZI QUI SOTTO.

 
 
 
RICHIEDI INFORMAZIONI

Richiedi informazioni

**********************************************************