Paura di parlare in pubblico: ti spiego perchè lo stress e l’ansia non sono tuoi nemici.

Parlare in pubblico, come ben sai, è una situazione caratterizzata da un notevole livello di stress.

 

Quando si ha paura di parlare in pubblico la voce inizia a tremare, le mani sudano, la pelle si compre di macchie rosse e l’ansia sale …

 

Questa situazione di stress non sempre è un fattore negativo che potrebbe compromettere l’esito della tua performance.

 

Devi sapere che lo stress non è tutto uguale: esistono alcune tipologie di stress ed ognuna ha un effetto diverso su di noi quando ci troviamo a parlare in pubblico.

 

Per approfondire meglio questo argomento ho pensato di raccontarti un aneddoto che risale a quando ero un ragazzo e avevo da poco preso la patente.

 

Ci troviamo nel 1999, durante uno dei tanti sabato sera estivi passati in compagnia dei miei amici che raggiungevo a Ginosa Marina a bordo della mia primissima macchina, una Fiat Punto 55s di colore bianco.

paura-di-parlare-in-pubblico

Stress buono e stress cattivo: come condiziona la tua performance quando devi parlare in pubblico.

 

Come ti dicevo era il 1999 e, durante quel periodo, andavo spesso da Taranto a Ginosa Marina: qui abitavano molti miei amici ed anche i miei cugini con cui trascorrevo spesso i fine settimana durante l’estate.

La strada che da Taranto porta a Ginosa Marina è la strada Statale Jonica 106 e, solitamente, la percorrevo a 130 km/h quando invece il limite è 90 km/h.

L’episodio che voglio raccontarti, e che mi servirà per spiegarti quanti tipi di stress esistono e come possono influire sulla tua performance quando devi parlare in pubblico, riguarda il giorno in cui la quinta marcia della mia macchina smise di funzionare.

Quel sabato ero stato invitato al compleanno di un mio caro amico e non potevo di certo mancare quindi, ignorato il problema, sono partito come se nulla fosse accaduto.

Mi sono detto “tanto la macchina cammina lo stesso”.

Alle nove di sera sono partito per Ginosa Marina: questa volta però non andavo molto veloce, volevo evitare eventuali imprevisti dovuti al problema della quinta marcia.

Percorrevo la strada ai 70 km/h: di solito, su quella strada a senso unico, le macchine incontrate erano poche.

Per evitare di annoiarmi portai con me un pacco di biscotti da mangiare (i Krumiri della Bistefani) e un sigaro.

Finito di sgranocchiare, accesi il sigaro e dopo qualche minuto iniziai a giocare con la capocchia sul posacenere.

Dopo pochi minuti.. lo schianto!!! Avevo colpito il guard rail!!

In pochi minuti ripresi il controllo dell’auto: mi sono tranquillizzato e ho continuato a guidare fino a destinazione.

Una volta sceso ho visto che il danno era molto evidente:  l’intera fiancata destra infatti era distrutta e la portiera si apriva a stento.

Bene, ma tutto questo come può spiegare lo stress durante un intervento in pubblico?

 

Ma cosa è successo esattamente? Perché ho avuto questo incidente?

Io stavo percorrendo una strada fatta moltissime altre volte, ad una velocità inferiore rispetto alla solita.

La risposta è semplice: ero poco attento.

LO STRESS POSITIVO E LO STRESS NEGATIVO: ti spiego la differenza.

 

La causa del mio incidente è stata la scarsa attenzione e, questo, può essere associato a quello che i miei i miei corsisti conoscono come distress o stress negativo.

Ora ti spiego meglio.

Quando parli in pubblico lo stress negativo è quella sensazione che ti fa battere forte il cuore, che ti fa tremare la voce, che ti fa diventare tutto rosso e che ti fa sudare le mani.

L’assenza di stress è molto più dannosa, anche se ovviamente tu pensi il contrario: quando parli in pubblico lo stress è necessario.

Una delle cose che imparerai durante i miei corsi di Public Speaking Top è che NON devi smettere di “avere paura” di parlare in pubblico, devi solo imparare a gestire il tuo stress e la tua ansia.

Attraverso il MIO METODO imparerai a inquadrare l’ansia come positiva, come adrenalina utile alla tua performance in pubblico.

La sera del mio incidente io non ero concentrato come le altre volte perchè andavo ad una velocità moderata, e questo mi aveva spinto a sottovalutare il mio viaggio.

Quando vai a 130 km/h la tua attenzione è maggiore, sei super concentrato ad evitare qualsiasi pericolo: questo è lo stress positivo o eustress.

Stiamo parlando di quell’ansia, quell’adrenalina che ti fa stare sempre in guardia, che mantiene la tua concentrazione sempre ai massimi livelli.

Perciò se parli in pubblico e ti senti “troppo” tranquillo preoccupati: stai sottovalutando il tuo intervento, sei convinto che tutto andrà bene.

Invece non è così, molto probabilmente la tua performance non sarà così brillante ma, al contrario, sarà sottotono.

Ti lascio con una frase del celebre Mark Twain, sperando che ti faccia riflettere:

“Ci sono due categorie di oratori: quelli che provano ansia e quelli che mentono”.

Per avere successo durante un intervento in pubblico devi appartenere alla prima categoria: partecipa anche tu ai miei corsi di Public Speaking Top per imparare a gestire l’ansia e lo stress da prestazione.

*****************************
Vuoi superare la PAURA di parlare in pubblico?
[Sono l’esperto di PUBLIC SPEAKING che fa per te]

Ho formato sul tema del public speaking più di 2 mila persone tra politici, imprenditori, liberi professionisti, dirigenti d’azienda e sindacali.

Se anche tu vuoi imparare a parlare in pubblico senza paura, catturando l’attenzione e terminando il discorso tra gli applausi allora iscriviti al mio CORSO PUBLIC SPEAKING TOP.

A questo link trovi tutte le informazioni sul corso e tante testimonianze dei miei corsisti: http://massimilianocavallo.com/formazione/public-speaking-top/.
*****************************