Quanto è utile un Corso di public speaking per avvocati

consigli di public speaking per avvocatiQuanto è importante saper parlare in pubblico per un avvocato?

E’ importante frequentare un corso di public speaking per gli avvocati?

La mia risposta non può che essere positiva. Ma lascio che a dirtelo siano le parole di un libro scritto proprio da un avvocato:

“L’avvocato non deve solo ricostruire i fatti e trovare il principio di diritto da applicare deve soprattutto convincere.

Sembrerà difficile da credere, ma oggi più di ieri, nonostante lo svilimento del ruolo del difensore, il degrado intellettuale che dilaga nei tribunali e i tecnicismi normativi, l’avvocato che fa la differenza deve essere un bravo oratore, come lo era nella Roma antica. 

Deve utilizzare la retorica per il bene del cliente, come diceva Seneca. 

Deve travestirsi davanti a chi lo ascolta e farsi vedere come egli vuole che sia visto, come diceva Cicerone”

 

Queste righe sono tratte dal bellissimo romanzo di esordio di Francesco Gradozzi, “Il penalista”.

Francesco è un avvocato ed è stato anche un mio corsista (trovi la sua recensione al Corso Public Speaking Top in fondo alla pagina “Il corso” su questo sito).

Il suo libro è davvero appassionante dalla prima all’ultima pagina e te lo consiglio non certo perchè sia stato mio corsista (su Amazon trovi anche la mia recensione del suo libro).

Se sei un avvocato sai bene come sia diventato sempre più complicato affrontare la professione e la concorrenza dei tantissimi colleghi. 

Parlare in pubblico per gli avvocati non significa solo come fare un discorso in udienza.

Oggi l’avvocato deve sapere comunicare  attraverso i social network, nei video, durante le riunioni con i collaboratori o con i clienti e durante i convegni. 

Sono sempre più infatti le occasioni nelle quali un avvocato può mettere in mostra le sue competenze relazionando a seminari e convegni o incontri dell’Ordine professionale.

Se tu che mi leggi sei un avvocato, ti è mai capitato di partecipare a un convegno, ascoltare il discorso di un tuo collega avvocato, che sai essere meno bravo e competente di te, e vedere il pubblico incantato dalle sue parole fino all’applauso finale?

Che rabbia, vero? Tanto più che sai di essere più preparato/competente di lui.

Ma lui sa parlare in pubblico.

E capisci quindi che saper parlare in pubblico diventa fondamentale.

L’avvocato deve essere un buon oratore, deve sapere trasmettere competenza e autorevolezza riguardo gli argomenti trattati.

Parlare in pubblico in eventi e convegni è spesso il modo migliore per farsi conoscere e acquisire autorevolezza, soprattutto se la platea è composta da potenziali clienti.

Se l’avvocato ha paura di parlare in pubblico questo diventa un problema.

Soprattutto gli avvocati penalisti, in udienza, devono trasmettere sicurezza in ciò che dicono.

Se l’avvocato è incerto trasmette la sua incertezza anche al giudice, mettendo a rischio il suo lavoro, seppure fatto con competenza e professionalità.

Se in aula troverà poi una controparte dotata di buona oratoria, ancora di più peseranno le lacune di public speaking.

Le argomentazioni dell’avvocato non possono parlare solo al “cervello logico” ma devono puntare anche al “cervello emotivo” del giudice, giuria, testimoni, ecc..  

Soprattutto in udienza penale è importante acquisire strumenti di conoscenza del linguaggio del corpo, per interpretare la comunicazione verbale di chi abbiamo di fronte (testimoni, imputato, persone indagate ecc), saper fare le domande nel modo giusto per far emergere contraddizioni.

Se tu che stai leggendo sei un avvocato, sai bene che l’avvocato che vince è colui che sa convincere il giudice. Sai anche che il giudice, spesso, si annoia presto ed è importante catturare la sua attenzione.

Ecco alcuni consigli pratici di public speaking per avvocati per far percepire maggiore autorevolezza quando parli in pubblico, sia in un’aula di tribunale che a un convegno:

  • Prova il tuo discorso: E’ importante provare il discorso nella stessa modalità che userai al convegno o in aula di tribunale. Quindi, se l’intervento lo richiederà, alza la voce o abbassala come se avessi di fronte il pubblico.
  • NON leggere il tuo discorso e NON impararlo a memoria. Schematizza il tuo intervento in poche parole e appunti, ma non leggerlo e non provare a impararlo a memoria. Infatti, la prima piccola dimenticanza ti farebbe perdere inevitabilmente il filo.
  • Guarda i partecipanti negli occhi. Cerca di guardare le persone negli occhi, comunica con chi è in aula. Dimostrerai maggior sicurezza in quello che dici. E se hai di fronte una platea grande, guardala a blocchi di persone.
  • Varia il ritmo del tuo discorso, a seconda del contesto, non parlare sempre con la stessa velocità. Dosa bene le pause e ricorda che pause lunghe ti fanno apparire più autorevole. Ovviamente non devono essere artefatte ma adeguate al tuo discorso.
  • Usa il linguaggio del corpo per dare più forza al tuo discorso. Attento a non gesticolare troppo e neanche troppo poco.
  • NON iniziare coi soliti saluti e presentazioni, come iniziano tutti. L’inizio del tuo discorso deve incuriosire e il pubblico deve avere voglia di ascoltarti. Se il tuo pubblico è il giudice, sai bene che spesso ascolta poco o si annoia presto. Per questo è importante catturare da subito la sua attenzione e tenerla alta per tutta la durata del tuo discorso.
  • La conclusione del tuo discorso deve essere memorabile e il pubblico deve “portarsela a casa”. 

Questi, come puoi immaginare, sono solo alcuni consigli che posso darti attraverso un articolo. Ti aspetto in aula per lavorare con te durante le mie esercitazioni e fare di te un Public Speaker Top.

 

 

*****************************

A questo link trovi tutte le informazioni sul corso e le 300 testimonianze dei miei corsisti: 👉http://massimilianocavallo.com/formazione/public-speaking-top/

*****************************

PER ISCRIVERTI AL CORSO O PER

RICEVERE INFORMAZIONI,

COMPILA GLI SPAZI QUI SOTTO.

 
 
 
RICHIEDI INFORMAZIONI

Richiedi informazioni